Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Cantieri aperti: i lavori sulla viabilità e sul patrimonio edilizio
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 8567079
IN PRIMO PIANO
Comunicato del 13/02/2018
Clicca per ingrandire l'immagine CONCITTADINI 2018, IERI LA GIORNATA SUI PERICOLI DELLA RETE E LĺUSO IMPROPRIO DI SOCIAL NETWORK E SMARTPHONE
Relatore il Dott. Filippo Sordi Arcelli Fontana, Capo di Gabinetto della Questura di Piacenza


Si è tenuto IERI, nell’aula magna dell’Isii Marconi, l’incontro di formazione dedicato alla legalità “Pericoli della Rete: Uso improprio dei social network, smartphone, ecc” nell'ambito del progetto ConCittadini 2017, il percorso promosso dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna e rivolto ai ragazzi delle scuole, per incentivare e favorire una cultura della partecipazione attiva nella vita della propria comunità.

L’incontro, è stato aperto dal saluto del nuovo Questore di Piacenza Dott. Pietro Ostuni che ha salutato i ragazzi auspicando che questa tipoloigia di incontri avvengano con una frequenza sempre maggiore e in modo sistematico per sensibilizzare sui pericoli della rete, sottolinenado il costante impegno della Polizia di Stato su questo fronte.

La giornata di formazione, tenuta dal Capo di Gabinetto della Questura di Piacenza Dott. Filippo Sordi Arcelli Fontana, ha visto la partecipazione di circa 250 studenti delle Scuole elementari e medie del nostro territorio.

“E’ fondamentale insegnare alla nuove generazioni– sottolinea Arcelli Fontana – la cultura del rispetto, così come è fondamentale contribuire a diffondere la conoscenza del pericolo della rete, che non sempre viene percepito in maniera corretta, anche se i ragazzi, oggi, sono più consapevoli dei rischi in cui è possibile incorrere. Bisogna stare molto attenti – continua il Capo di gabinetto - perché tutto quello che facciamo ha delle conseguenze, anche quando si tratta di social network. Usare in maniera impropria Facebook o whatsapp non è una cosa astratta, anche su internet è possibile essere bulli, non solo tra i banchi di scuola e anche nel mondo virtuale si pagano le conseguenze”.

La Polizia di Stato è costantemente impegnata a sensibilizzare e a monitorare i pericoli della rete, organizzando spesso incontri rivolti anche ai genitori.

Il prossimo incontro del progetto Concittadini è previsto per l'8 Marzo sul tema della Violenza sulle donne.
Documenti