Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Consuntivo di mandato 2014-2016
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n° 8302537
Home >> Territorio >> Seminari

A chi rivolgersi:
Servizio Programmazione e Territorio, Trasporti, Turismo e Attività Produttive
Corso Garibaldi, 50
29121 Piacenza
Tel. 0523/7951



Presentazione del Bando Por Fesr 2014-2020 Asse 5 - Seminario del 27/01/2016

Si è tenuto  mercoledì 27 gennaio presso la Sala Consiglio della Provincia di Piacenza l’incontro di presentazione del Bando Por Fesr 2014-2020 Asse 5, che riserva contributi agli Enti Locali (i comuni, le unioni, ma anche altri enti pubblici) per interventi di qualificazione dei beni ambientali da un lato, e di quelli artistico/culturali dall’altro. Molto partecipata la riunione, che ha visto la presenza di numerosi sindaci, assessori e tecnici dei comuni e delle Unioni, dei consiglieri regionali Tarasconi e Molinari, nonchè di diversi rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni di categoria.
Con il bando Asse 5 prende avvio operativamente, dopo l’approvazione dello stesso alla fine di dicembre da parte della Giunta regionale, la nuova programmazione FESR 2014-2020 dei fondi strutturali europei, in continuità con la precedente programmazione 2007-2013 e con Obiettivo 2 2000-2006, che tanto hanno rappresentato per la valorizzazione del nostro territorio e dell’Appennino in particolare.
Obiettivo della riunione è stato quello di fornire informazioni sulle modalità di presentazione delle domande, nonché sulle caratteristiche e i tempi di realizzazione dei progetti ammissibili, e di sollecitare il territorio piacentino a presentare anche in questa occasione alcune candidature di interventi, in osservanza dei vincoli imposti dal bando, e che sono stati illustrati dalla dr.ssa Paola Castellini, dirigente del Servizio Turismo e Commercio della Regione (qui sotto il collegamento alla presentazione).
Il consigliere provinciale delegato al turismo Stefano Perrucci, nel suo saluto introduttivo, si è detto convinto che Piacenza saprà esprimere da questo punto di vista progettualità rilevanti, sia con riguardo agli ambiti naturalistici (le aree protette, i SIC, le ZPS, i paesaggi tutelati) localizzati nei comuni montani dell’Appennino, sia con riferimento alle emergenze artistiche, storico-culturali, architettoniche e culturali – cioè i musei, le biblioteche, le aree e parchi archeologici e culturali, i complessi monumentali, i teatri, castelli e residenze storiche – che sono presenti nelle città d’arte della nostra provincia.
La Provincia non avrà più – a differenza dei 15 anni passati con le precedenti programmazioni - la gestione delegata del programma POR FESR a livello locale, e si dovrà far riferimento d’ora in avanti solo alla Regione. Nonostante questo gli uffici provinciali sono comunque sempre a disposizione per assicurare un supporto tecnico ai comuni e per offrire un coordinamento delle diverse iniziative in campo – ha concluso il consigliere allo sviluppo economico Luca Quintavalla, invitando chi ne avesse bisogno a mettersi in contatto con il Servizio Programmazione e Territorio della provincia.


Presentazione Programma POR FESR 2014-2020 Emilia-Romagna - Seminario del 24/06/2015
 

Il Fondo europeo di Sviluppo Regionale (FESR) mette a disposizione nella nuova programmazione 2014-2020 risorse per l’Emilia-Romagna pari a 482 milioni di euro, concentrandosi su 6 obiettivi prioritari (ricerca e sviluppo, ICT, competitività delle imprese, low-carbon economy, valorizzazione dei territori, città) e destinando quote significative dei fondi anche a favore degli interventi sviluppati dagli enti locali. Al fine di approfondire questi aspetti la Provincia di Piacenza ha organizzato un seminario alla presenza di alcuni funzionari regionali coinvolti nell’attuazione del programma, nel corso del quale sono state evidenziate in particolare le opportunità di finanziamento degli interventi per la valorizzazione turistica dei beni artistici, culturali e ambientali, nel campo del risparmio energetico e dell’utilizzo di energie alternative, e per l’attuazione dell’Agenda Digitale.



L'innovazione nell'industria piacentina - Seminario del 17/06/2015

Attraverso il Laboratorio di Economia Locale (LEL) dell' Università Cattolica del Sacro Cuore, la Provicia di Piacenza ha avviato una ricerca sull'innovazione nell'industria piacentina, spinta anche dalla volontà di rimettere al centro dell'attenzione il settore manifatturiero, strategico ai fini della ripresa economica.

La ricerca è stata presentata con un convegno pubblico mercoledì 17 giugno alle 16.30 (salone d'Onore di Palazzo Rota Pisaroni, via Sant'Eufemia 13) la cui conduzione è stata affidata al Direttore di Libertà Gaetano Rizzuto, al qaule hanno preso parte alcuni tra gli imprenditori più significativi del nostro territorio come Antonio Cerciello, Luciano Groppalli e Marco Livelli, protagonisti insieme ai “colleghi” Marco Rolleri, Alberto Rota, Giuseppe Ballotta di una serie di interviste, parte integrante della ricerca, pubblicate dalla rivista onli9ne “Piacenzaeconomia”.

Il convegno, introdotto da Luca Quintavalla consigliere delegato allo sviluppo economico, ha visto gli interventi di Paola Graziano e Paolo Rizzi dell'Università Cattolica, seguiti da i “Testiomoni di innovazione” con gli imprenditori già citati a cui ha fatto seguito una tavola rotonda coordinata da Enrico Ciciotti del LEL a cui hanno preso parte Cristian Camisa (Confapiindustria), Michele Monno (Musp), Francesco Rolleri (Presidente Provincia), Francesco Timpano (Vicesindaco di Piacenza). Lìntervento conclusivo è stata di Antonio Calabrò, giornalista e saggiusta, autore del libro “La morale del tornio”.



La Pianificazione Provinciale quale strumento di supporto ai Comuni - 05/06/2015

Venerdì 5 giugno 2015 si è tenuto, nella sede della Provincia, il convegno "La Pianificazione Provinciale quale strumento di supporto ai Comuni”.

L’incontro è stato organizzato nell'imminenza del riordino istituzionale che la Regione ha avviato in attuazione della Legge 56/2014 e che porterà importanti cambiamenti anche per quanto riguarda la pianificazione territoriale e l'urbanistica.

Grazie all'importante presenza dell'Assessore Regionale Raffele Donini, Assessore ai Trasporti, Reti Infrastrutture Materiali e Immateriali, Programmazione Territoriale e Agenda digitale, questa iniziativa è stata l'occasione per una prima riflessione sulle novità in vista della nuova legge.

Durante tale incontro sono stati presentati inoltre due esempi concreti di come la pianificazione provinciale possa fornire un contributo significativo alle attività di programmazione dei Comuni: il 1° Report di monitoraggio del PTCP (che risponde anche alle disposizioni vigenti in materia di monitoraggio dei Piani) e l’Atlante Comunale per la Pianificazione Urbanistica (ATLAURB).

Di seguito gli interventi e i documenti presentati durante il Convegno.



L'evoluzione del sistema produttivo di Piacenza negli anni Duemila - Convegno 11/04/2014

Di seguito i dati e le ricerche presentati durante il focus promosso dall'Assessorato a Sviluppo Economico, Pianificazione e Programmazione Territoriale, Ambiente, Urbanistica della Provincia di Piacenza dedicato all'evoluzione del sistema produttivo di Piacenza negli anni duemila (con uno sguardo particolare al territorio, all'occupazione e alle imprese). Il convegno del 11 aprile 2014 ha riunito le istituzioni locali, il mondo accademico, le categorie economiche e sindacali, ponendo l'attenzione su una ricognizione delle aree produttive della provincia di Piacenza, Comune per Comune, aggiornata al 2013 e sul quadro dell'evoluzione del sistema produttivo piacentino tra il 2001 e il 2011 alla luce dei dati dell'ultimo censimento, sia dal punto di vista dei diversi settori economici sia dal punto di vista dei singoli comuni.
In particolare sono stati presentati:



Verso il nuovo PTCP - Seminario del 14/05/2007 sulle aree produttive


Tutela e la valorizzazione del paesaggio attraverso la concertazione tra i diversi Enti - 26/11/2003

Incontro finalizzato alla presentazione dei contenuti dell'accordo firmato il 9/10/2003 tra Ministero per i Beni e le Attività culturali, Regione Emilia Romagna e Associazione Autonomie Locali.

L'accordo è finalizzato ad assicurare la tutela e la valorizzazione del paesaggio attraverso la concertazione tra i diversi Enti operanti nel settore della Pianificazione territoriale e urbanistica.
All'incontro hanno partecipato i rappresentanti della Regione Emilia Romagna, della Provincia, dei Comuni e della Comunità Montana.