Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Consuntivo di mandato 2014-2016
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n° 7867013
IN EVIDENZA
CUC - Centrale Unica di Commitenza


Piacenz@ - Economia Lavoro e Societā - Accedi al sito

SOTTO SEZIONI
Limiti o modifiche alla circolazione sulle strade provinciali


Home >> Pari opportunitā

Competenze:

Garantire l'assunzione del principio di parità e pari opportunità tra donne e uomini in tutte le azioni di governo, valorizzando la differenza di genere, promuovendo il pieno riconoscimento delle professionalità femminili e rimuovendo ogni ostacolo che impedisca l'effettiva parità; promuovere politiche di ''discriminazione positiva'', capaci di eliminare le ineguaglianze che di fatto ancora permangono tra maschi e femmine nella vita sociale, economica, politica e istituzionale e rimuovere le cause e i vincoli di ordine strutturale e culturale che limitano la piena espressione e potenzialità dei diversi soggetti femminili, nell'ambito delle competenze attribuite alla Provincia dalla normativa vigente. 

Servizio: Polizia Provinciale, Ufficio di Presidenza, Istruzione e Formazione, Pari Opportunità.

Dirigente: Annamaria Olati

Indirizzo:

Corso Garibaldi, 50 - 29121 PIACENZA
Telefono:  0523/795814

E-Mail: pariopportunita@provincia.pc.it

Seguici su Facebook: 

NEWS

Progetto CREATIVE – Pubblicazione dell’Avviso di manifestazione di interesse per l’individuazione delle Scuole che sperimenteranno azioni sul tema della violenza contro le donne.

Il Dipartimento per le pari opportunità, nell’ambito del Progetto citato finanziato dalla Commissione Europea attraverso il Programma di finanziamento REC (Rights, Equality and Citizenship) 2014-2020 – ha pubblicato un Avviso per raccogliere le manifestazioni di interesse, da parte delle scuole dell’infanzia e delle scuole primarie poste sul territorio nazionale a partecipare ad attività sperimentali sul tema della violenza contro le donne.
Le candidature dovranno pervenire entro il 20 dicembre 2017.

Documentazione:
Avviso di manifestazione di interesse
Modello di manifestazione di interesse format A

Scopri di più, qui.

***


Bando per la presentazione di progetti rivolti alla promozione ed al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere


con Deliberazione 1835 del 17/11/2017 è stato approvato il bando per la presentazione di progetti rivolti alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto alla violenza di genere.

Il Bando è rivolto agli Enti locali, alle Associazioni di Promozione Sociali, alle Organizzazioni di Volontariato e Onlus .
Mette a disposizione 1.000.000 (un milione di euro)   per progetti finalizzati a:

  • Favorire il rispetto per una cultura plurale delle diversità e della non discriminazione, promuovere il tema della parità uomo-donna e le pari opportunità.
  • Prevenire e contrastare i fenomeni di emarginazione sociale, di discriminazione e violenza sulle donne, e in particolare ai danni delle donne straniere migranti.

I progetti dovranno essere realizzati e conclusi entro il 31.12.2018. La candidatura deve avvenire esclusivamente utilizzando la modulistica predisposta dal sito della Regione Emilia Romagna.
Le domande dovranno essere inviate in formato digitale entro e non oltre il 10 gennaio 2018, pena l'ammissibilità, al servizio Politiche sociali e socio educative della Regione Emilia-Romagna all’indirizzo di posta certificata:
segrsvilsoc@postacert.regione.emilia-romagna.it

Scarica qui il bando

***

Direttiva sul lavoro agile - "Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri recante indirizzi per l'attuazione dei commi 1 e 2 dell'articolo 14 della Legge 7 agosto 2015, n. 124 e linee guida contenenti regole inerenti all'organizzazione del lavoro finalizzate a promuovere la conciliazione dei tempi di vista e di lavoro dei dipendenti".

"Il lavoro agile – secondo la Ministra Madia – è uno strumento importante di conciliazione vita-lavoro, ma non solo questo: è un’innovazione potente dell'organizzazione del lavoro che mette al centro la tecnologia. È una grande scommessa per cambiare la Pubblica Amministrazione nell'ottica della qualità dei servizi resi al cittadino e nella logica dei risultati”.

***

E’ stata presentata in Provincia l’immagine che identificherà il Tavolo Provinciale contro la violenza alle donne.
Il logo, realizzato da Lisa Marchionni, raffigura un Fiocco che simboleggia la semplicità, l'unione e la leggerezza e un Volto, utilizzato per rendere particolare e originale il simbolo.

L’obiettivo di disporre di un marchio e un logotipo nascono dalla necessità di identificare attraverso un simbolo minimale, facilmente comprensibile e immediatamente riconoscibili il Tavolo Provinciale contro la violenza di genere.

Il logo è stato scelto a maggioranza dai componenti del Tavolo fra tre presentazioni, tutte molto originali e significative, create dalle ragazze e dai ragazzi frequentanti il corso 2015-4638/RER operatore grafico - terza annualità - dell'Endofap Don Orione, sotto la guida dell'insegnante Emanuele Sangalli.