Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Cantieri aperti: i lavori sulla viabilità e sul patrimonio edilizio
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 9227822
Home >> Sismica
(clicca qui)

Nell'ambito dei sistemi di prevenzione dal rischio sismico, quelli riguardanti la pianificazione rivestono un ruolo strategico, specialmente nel contesto territoriale italiano, caratterizzato da scosse sismiche generalmente moderate ma anche da insediamenti particolarmente diffusi e in buona parte datati e condizioni geologiche spesso non ottimali in termini di stabilità.

L'obiettivo generale ispiratore della corretta pianificazione antisismica è quello di orientare lo sviluppo del territorio secondo criteri di compatibilità e quindi di sicurezza rispetto al rischio previsto e di convenienza ambientale e socio-economica.

A tal fine, gli strumenti di pianificazione comunali e sovracomunali devono contenere specifiche valutazioni di pericolosità sismica del territorio (brevemente “studi di microzonazione sismica”, attestati su atti di coordinamento tecnico nazionali e regionali), da cui devono discendere le scelte localizzative dei nuovi interventi di trasformazione e la programmazione delle misure di mitigazione dei rischi rilevati sul patrimonio edilizio esistente, fino alle attività organizzative di protezione civile.

La Provincia esprime il proprio assenso sulla correttezza delle analisi a supporto dei piani comunali, esprimendo un parere sismico che si affianca ai consueti adempimenti istruttori previsti nell'iter di approvazione del piano.
 
Servizio Territorio e Urbanistica, Sviluppo e Trasporti, Sistemi Informativi, Assistenza agli Enti Locali
Dirigente
Dott. Vittorio Silva


Le politiche di prevenzione dal rischio sismico si completano nella fase progettuale e realizzativa del singolo intervento edilizio, per cui è disposto l'obbligo di rispondenza alla normativa tecnica per le costruzioni (brevemente NTC), definita a livello nazionale in forma di testo unico e comprensiva degli aspetti antisismici. La medesima normativa costituisce riferimento anche per le verifiche strutturali degli edifici esistenti, per gli interventi di adeguamento o miglioramento o anche solo per interventi locali di riparazione o rafforzamento, con la finalità di elevare i livelli di sicurezza dell'edificio, tenuto conto dell'intero sistema terreno-manufatto.

A garanzia della conformità dei progetti alle normative antisismiche sono state messe in campo specifiche procedure autorizzative, affiancate alle ordinarie procedure di rilascio dei titoli abilitativi edilizi e regolate da leggi statali e regionali. Tali procedure abilitative fanno capo ai Comuni, i quali possono svolgere autonomamente le funzioni attribuite oppure avvalersi di strutture tecniche esterne, costituite presso altri Enti, tramite idonei accordi e convenzioni.

Tutti i Comuni piacentini hanno optato per conferire l'esercizio delle funzioni delegate alla Provincia, presso una struttura tecnica appositamente costituita.

La normativa regionale stabilisce in dettaglio gli ambiti di applicazione (interventi rientranti o esclusi), le procedure da seguire (diversificate per gli interventi soggetti ad autorizzazione sismica o a deposito del progetto), la modulistica di scambio, su piattaforma telematica, e i tariffari di riferimento per il rimborso da corrispondere alle strutture tecniche affidatarie per le spese istruttorie.

Servizio Viabilità
Dirigente Dott. Davide Marenghi