Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Consuntivo di mandato 2014-2016
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n° 8302551
Home >> Tutela animali d'Affezione >> Tutela e controllo popolazione canina e felina

A chi rivolgersi:
Polizia Provinciale, Tutela faunistica e Protezione civile
Via Garibaldi 50
29121 Piacenza

Tel. 0523/795249
Fax.0523/795787

Competenze:
Le Province secondo quanto disposto dall'art. 3 della L.R. 27/2000 Nuove norme per la tutela della popolazione canina e felina provvedono a: 

  1. coordinare l'azione dei Comuni per la gestione informatizzata dell'anagrafe canina, per l'istituzione associata di servizi per la vigilanza ed il controllo della popolazione canina e felina, nonché per la cattura dei cani randagi e vaganti

  1. coordinare l'azione dei Comuni nella realizzazione, ristrutturazione e gestione delle strutture per il ricovero dei cani e dei gatti, secondo le modalità indicate al comma 3 dell'art. 16 L.R. 27/2000

  1. promuovere e attuare corsi di formazione per il personale addetto ai servizi ed alle strutture di cui ai precedenti punti a) e b) e per i volontari designati dalle associazioni di cui al comma 2 dell'art.1 L.R. 27/2000

  1. integrare l'azione di Comuni nella vigilanza e nel controllo in ambiente extraurbano, silvestre e montano

  1. predisporre programmi d'informazione ed educazione, volti a favorire corretti rapporti uomo – animale ed il rispetto degli animali, con particolare attenzione alla realizzazione e diffusione di adeguati materiali informativi nelle scuole di ogni ordine e grado;

Per l'esercizio delle funzioni attribuite, le Province si avvalgono del Comitato provinciale di tutela e controllo presieduto dal Presidente dell'Amministrazione provinciale, o suo delegato e composto da un veterinario designato dall'Azienda USL, un rappresentante indicato dall'Ordine dei medici veterinari, il Sindaco, o suo delegato, di ciascun Comune sede di struttura di ricovero e la custodia di cani e gatti, un rappresentante delle associazioni intercomunali, un rappresentante di ciascuna Comunità Montana ed un rappresentante di ciascuna associazione zoofila e animalista, non avente fini di lucro, che ne faccia richiesta.

Il Comitato entro sessanta giorni dall'insediamento e successivamente con cadenza annuale, definisce le esigenze strutturali ed organizzative territoriali ed indica gli interventi necessari.

E' inoltre interpellato in via consultiva dalla Provincia relativamente ad ogni provvedimento riguardante gli animali. 

Il Comitato provinciale di tutela e controllo animali (cani e gatti) ex art. 3 L.R. 27/2000 è stato ricostituito con determinazione dirigenziale n. 863 del 29.04.2011 ed integrato e modificato, nella composizione nominativa, con le determinazioni dirigenziali n. 1478 del 20.07.2011 e n. 2002 del 28.09.2011. (link).



Corso di formazione rivolto ai volontari, addetti alle strutture di ricovero, e dipendenti pubblici

Mercoledì 7 dicembre dalle ore 20.30, presso l'I.T.G. Tramello, via Negri 45, inizia il percorso formativo rivolto ai Volontari, Operatori addetti alle strutture di ricovero per cani e gatti e Dipendenti pubblici che si occupano di tutela animali.
L'iniziativa rientra nella programmazione 2011 approvata dal Comitato di tutela e controllo della popolazione canina e felina (ex art. 3 L.R. 27/2000).
Il corso è strutturato su corso di base (5 lezioni : nozioni giuridiche, etologia canina e felina, cani/gatti liberi sanità – strade e spazi urbani) e 4 moduli (strutture per il controllo/tutela cani e gatti – la cattura – nozioni di pronto soccorso – principi giuridici e gestione anagrafe canina)  che comprendono anche esercitazioni pratiche presso le strutture di ricovero.
Le iscrizioni, gratuite, devono pervenire al  Settore   Sistema  Scolastico  ed  Educativo.  Istruzione  e  Università.  Servizi alla Persona e alla Comunità entro il 2 dicembre 2011.

Il corso avviato il 7 dicembre 2011 si è concluso in data 18 aprile 2012.
Relatori del corso sono stati il dott. Riccio, veterinario Azienda USL di Piacenza, il dott. Fina, veterinario libero professionista, il sig. Peroni della Sezione di Piacenza della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, gestore del canile comprensoriale Montebolzone (Agazzano), guarda zoofila, esperto in catture.



Slides


Normativa