Il Presidente
URPEL
posta certificata
RSS
mappa del sito
suggerimenti
accesso facilitato
 
ISTITUZIONE
 
Cantieri aperti: i lavori sulla viabilità e sul patrimonio edilizio
 
Albo 
Pretorio on-line

 
Trasparenza, valutazione e merito

SEZIONI
SCELTI PER VOI
Comuni
 Scegli il tuo percorso
Provincia di Piacenza
Sei il visitatore n░ 9142343
Home >> ViabilitÓ >> Sismica
Servizio "Viabilità"
Corso Garibaldi, 50
29121 Piacenza

A chi rivolgersi:
Ing. Stefano Corradi
Tel. 0523.795442
fax 0523/795236
E-mail: sismica@provincia.pc.it

Orario di ricevimento
Lunedì e Mercoledì dalle 9.00 alle 12.00


Da gennaio 2019 la struttura tecnica provinciale svolge le seguenti funzioni in materia sismica:

- istruttoria e rilascio delle autorizzazioni sismiche;
- attività di controllo a campione dei progetti esecutivi depositati;
- indicazioni e chiarimenti in merito all'applicazione delle norme tecniche per le costruzioni.

Dette funzioni riguardano gli interventi edilizi comprendenti Opere Strutturali.

Tutti i 46 Comuni della Provincia di Piacenza si avvalgono della struttura tecnica provinciale competente in materia sismica.
L'Agenzia per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile, sede di Piacenza, rimane competente per le pratiche edilizie con opere strutturali presentate agli Sportelli dei Comuni fino al 31/12/2018.
Per una corretta applicazione delle norme in materia sismica bisogna rispondere in primo luogo al seguente quesito:
“L'intervento edilizio che si deve realizzare comprende opere strutturali? “

Se la risposta è affermativa, considerata la classificazione sismica dell'intero territorio nazionale, si applicano le normative regionali e nazionali in ambito sismico.

In particolare per alcune tipologie di interventi, stabiliti nella Legge Regionale n.9 del 30/10/2008, è necessaria l'autorizzazione sismica prima di poter dare inizio ai lavori.

Le tipologie sono di seguito elencate:
  • sopraelevazioni,
  • interventi su edifici di interesse strategico e infrastrutture rilevanti per la protezione civile (DGR 1661/2009),
  • interventi su edifici e infrastrutture rilevanti in caso di collasso (DGR 1661/2009),
  • progetti esecutivi riguradanti le strutture presentati a seguito di accertamento di violazione delle norme edilizie.

Con Delibera di Giunta Regionale n.2272 del 21/12/2016 la Regione Emilia Romagna ha provveduto ad individuare numerosi interventi che, pur essendo di tipo strutturale, sono privi di rilevanza per la pubblica incolumità (I.p.r.i.p.i.). Per questa tipologia di interventi strutturali minori occorre soltanto allegare alla pratica edilizia una documentazione progettuale integrativa a firma di tecnico abilitato.

Per tutti gli interventi che non rientrano nelle casisitiche individuate precedentemente, è necessario provvedere al deposito del progetto esecutivo riguardante le strutture prima dell'inizio lavori.

Occorre specificare che per tutte le opere strutturali in cemento armato o a struttura metallica si deve provvedere alla denuncia prevista dall'art. 65 DPR 380/2001, che dovrà essere effettuata dal costruttore. Per semplificare l'iter procedurale, ai sensi dell'art. 15 L.R. 19/2009, il costruttore può dichiarare, all'interno dei moduli MUR A.2/D.2, che la presentazione del progetto esecutivo riguardante le strutture produca gli effetti della denuncia dei lavori sopracitata.


Autorizzazione Sismica

PAGINA IN COSTRUZIONE

Trasmissione: tramite PEC o modalità cartacea (triplice copia) indirizzata al SUE/SUAP del Comune in cui si intende realizzare l'intervento edilizio.

Documentazione da presentare:


Obbligatori     
Obbligatori sotto condizione
Non obbligatorio



Documentazione Amministrativa

 
MUR A.1 – Asseverazione da allegare al titolo edilizio
 
MUR A.2 – Istanza di autorizzazione sismica
 
MUR A.3 – Asseverazione di conformità e congruità.
Solo nel caso in cui la pratica sismica non sia contestuale alla domanda di rilascio del Titolo edilizio abilitativo.
 
MUR A.4 – Nomina e dichiarazione di accettazione del Collaudatore
 
Contabile di pagamento del rimborso forfettario (DGR 1934/2018)

Dichiarazione di assolvimento dell'imposta di Bollo pari a 16,00 E (n. 1 per l'istanza + n.1 per il ritiro dell'Autorizzazione sismica).
Documento in PDF    Documento in  formato editabile
 
Copia fotostatica dei documenti di identità dei sottoscrittori.
Solo nel caso di presentazione cartacea della istanza di autorizzazione

                                  
 
 

 
 
 
 
 
 




























*******

 
 

Documentazione Tecnica


Relazione di calcolo strutturale, timbrata e firmata in originale dal Progettista Strutturale e vistata dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Relazione sui materiali timbrata e firmata in originale dal Progettista Strutturale e vistata dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Elaborati grafici esecutivi e particolari costruttivi timbrati e firmati in originale dal Progettista Strutturale e vistati dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Piano di manutenzione della parte strutturale dell’opera timbrato e firmato in originale dal Progettista Strutturale e vistato dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Relazione sulla modellazione sismica concernente la ''pericolosità sismica di base'' del sito di costruzione timbrata e firmata in originale dal Tecnico Abilitato e vistata dal Progettista Strutturale e dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Progetto architettonico timbrato e firmato in originale dal Progettista Architettonico e vistato dal Direttore dei Lavori Strutturali. Solo nel caso in cui la pratica sismica non sia contestuale alla domanda di rilascio del Titolo edilizio abilitativo

Relazione geologica sulle indagini, caratterizzazione e modellazione geologica del sito timbrata e firmata in originale dal Tecnico Abilitato e vistate dal Progettista Strutturale e dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Relazione geotecnica sulle indagini, caratterizzazione e modellazione del volume significativo di terreno timbrata e firmata in originale dal Tecnico Abilitato e vistata dal Progettista Strutturale e dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011)

Elaborati grafici del rilievo geometrico-strutturale timbrati e firmati in originale dal Progettista Strutturale e vistati dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011). Solo per le costruzioni esistenti.

Valutazione della sicurezza timbrata e firmata in originale dal Progettista Strutturale e vistata dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011). Solo per le costruzioni esistenti

Documentazione fotografica timbrata e firmata in originale dal Progettista Strutturale e vistata dal Direttore dei Lavori Strutturali (DGR 1373/2011). Solo per le costruzioni esistenti

Modulo di asseverazione della Classificazione sismica della costruzione, Allegato B al D.M. n. 65 del 07/03/2017
 
 
 
Qualora il Committente non disponga di firma digitale, potrà nominare un proprio procuratore a rappresentarlo nei rapporti con la Struttura tecnica competente provinciale attraverso la compilazione dello spazio dedicato sul modello M.U.R. A.2.
 
Nel corso dell'istruttoria la struttura tecnica provinciale può richiedere agli interessati i chiarimenti necessari, l'integrazione della documentazione presentata e la rimozione delle irregolarità e dei vizi formali riscontrati. La richiesta di integrazione documentale interrompe il termine per il rilascio dell'Autorizzazione, di norma pari a 60 giorni decorrente dalla data di presentazione dell'istanza.
La documentazione richiesta dovrà essere firmata digitalmente dal progettista strutturale e Direttore dei lavori delle opere strutturali ed inviata direttamente alla struttura tecnica provinciale che ha richiesto le integrazioni e per conoscenza, sempre tramite PEC, al Comune in cui si intende realizzare l'intervento.

L'Autorizzazione sismica ha validità 5 anni dalla data di rilascio, il termine di validità è prorogabile per una sola volta secondo le modalità stabilite dalla L.R. n. 19/2008.




I.p.r.i.p.i. - Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumitÓ

pagina in costruzione
 


Deposito del Progetto Escutivo


pagina in costruzione


Modulistica Regionale

Modulistica Unificata Regionale relativa al procedimento in materia sismica riguardante L.R. 30 ottobre 2008, n. 19 "Norme per la riduzione del rischio sismico"


Oneri Istruttori

Rimborsi forfettari per le spese di istruttoria versati alla Provincia di Piacenza sul conto di Tesoreria presso CREDIT AGRICOLE – CARIPARMA, codice IBAN: IT 33 H 06230 12601 000030718008, causale: "L.R. 19/2008 – Committente (Cognome/Nome) + Deposito o Autorizzazione + Comune in cui si intende realizzare l'intervento”, indicazioni necessarie ad individuare inequivocabilmente la pratica cui si riferisce il versamento stesso.

In caso di rimborsi forfettari DOVUTI DA COMUNI/ENTI PUBBLICI (REGIME DI TESORERIA UNICA) il pagamento deve essere effettuato con “GIROFONDI BANCA D'ITALIA – n. 0060398” intestato a Provincia di Piacenza.