Home/ Istruzione e formazione/ Politiche Scolastiche/ Programmi scuole dell'infanzia (3-6 anni)

Programmi scuole dell'infanzia (3-6 anni)

Competenze:
La Provincia con la Legge Regionale n. 26/2001, consolida il proprio ruolo primario nella programmazione di interventi per la qualificazione e il miglioramento dei servizi scolastici ed educativi sul territorio provinciale.
Le principali funzioni in capo alla Provincia sono:
  •     la definizione dei piani attuativi annuali sulla base delle proposte formulate dai Comuni e dalle scuole del sistema nazionale di istruzione del territorio di competenza;
  •     la realizzazione di azioni di monitoraggio e di controllo sulla finalizzazione delle risorse destinate agli interventi finanziati attraverso i piani attuativi annuali;
  •     la predisposizione di relazioni annuali sul raggiungimento degli obiettivi della programmazione.

Servizio: Polizia Provinciale, Ufficio di Presidenza, Istruzione e Formazione, Pari Opportunità

Dirigente Responsabile: Dott.ssa Annamaria Olati

A chi rivolgersi:
Dott.ssa Marinella Maffi
Tel. 0523/795520
E-mail: marinella.maffi@provincia.pc.it

La Programmazione Provinciale

Il Consiglio Provinciale ha approvato con deliberazione C.P.30.09.2016, n. 19 il Programma provinciale triennale (trinnio 2016 - 2018) per interventi di qualificazione e miglioramento delle scuole dell'infanzia del sistema nazionale di istruzione (L.R. 8 agosto 2001, n. 26 e L.R. 30 giugno 2003, n, 12).  (Vedi testo allegato)
Il programma definisce gli indirizzi di programmazione unitari e organici per la qualificazione e il miglioramento delle proposte educative delle scuole dell’infanzia del sistema nazionale di istruzione, così come stabilito dal comma 1 dell’art.1 della L.62/2000, attarverso la realizzazione di progetti ed iniziative rivolti alle bambine e ai bambini frequentanti le scuole dell’infanzia e attraverso il sostegno alle figure di Coordinamento pedagogico.

Le azioni prioritarie del Programma sono:
  • Qualificazione delle scuole dell'infanzia: si tratta di contributi destinati a progetti presentati da aggregazioni di scuole dell'infanzia del sistema nazionale di istruzione, finalizzati alla qualificazione, al raccordo interistituzionale ed alla continuità educativa, sia in senso verticale, sia in senso orizzontale.
  • Miglioramento delle scuole dell'infanzia paritarie private: si tratta di contributi destinati a progetti presentati da aggregazioni di scuole dell'infanzia private paritarie, aderenti ad associazioni firmatarie delle Intese con la Regione e gli Enti Locali, finalizzati al miglioramento del contesto, e della proposta educativa nel suo complesso, di dette scuole.
  • Dotazione di coordinatori pedagogici: si tratta di interventi volti asostenere i soggetti gestori facenti parte del sistema nazionale di istruzione a dotarsi di queste professionalità in forma associata.

Documenti

Normativa

I riferimenti sono:

  • Legge regionale 8 agosto 2001 n. 26 "Diritto allo studio ed all'apprendimento per tutta la vita".
  • Legge regionale 30 giugno 2003 n. 12 Norme per l'uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l'arco della vita, attraverso il rafforzamento dell'istruzione e della formazione professionale anche in integrazione tra loro, in particolare gli articoli 17, 18 e 19.
  • Delibera dell'Assemblea Legislativa n. 195/2019 "Indirizzi  per gli interventi di qualificazione e miglioramento delle scuole dell'infanzia"