Diritto allo studio

Competenze:
La Provincia approva annualmente il programma degli interventi per il diritto allo studio, assicura il monitoraggio e il controllo sull’utilizzo delle risorse e trasmette alla Regione una relazione sull’utilizzo dei fondi regionali e sul raggiungimento degli obiettivi della programmazione.

Il programma provinciale è definito nel quadro di indirizzi regionali triennali ed è finanziato con risorse statali e regionali (Atto Assemblea Legislativa Regionale n.24 13 Novembre 2010).

Nella costruzione del programma, la Provincia assicura il principio della partecipazione di tutti i soggetti interessati, con opportune informative e confronti, attraverso la Conferenza scolastica provinciale.

Servizio: Polizia Provinciale, Ufficio di Presidenza, Istruzione e Formazione, Pari Opportunità

Dirigente Responsabile: Dott.ssa Annamaria Olati

A chi rivolgersi:

D.ssa Marinella Maffi
Tel 0523/795520
E-mail: marinella.maffi@provincia.pc.it

Il quadro degli interventi per il diritto allo studio

 

Rientrano negli interventi per il diritto allo studio:
  •  L'assegnazione di Borse di Studio;
  •  I contributi per l'acquisto dei libri di testo;
  • I contributi ai Comuni di residenza degli alunni per servizi di trasporto e facilitazioni di viaggio (spesa corrente);
  • Contributi ai Comuni per servizi di mensa, servizi di trasporto e facilitazioni di viaggio, servizi residenziali, sussidi e servizi individualizzati per alunni diversamente abili (spese di investimento).

Il Programma provinciale 2018

Il Programma provinciale 2018 (a.s. 2018/2019) è stato approvato con Provvedimento del Presidente n. 73 del 14.08.2018.
 


Stato di attuazione

 



Spesa corrente: vengono trasferiti ai Comuni di residenza degli alunni, per servizi di trasporto e facilitazioni di viaggio, contributi per complessivi € 183.712,00. Con D.D. 1073/2018 sono stati assegnati ai comuni complessivi € 183.712,00 erogati per il 80% in acconto.

 

Normativa

Anche in questo ambito le norme di riferimento sono sia del legislatore statale che regionale.

  • D.Lgs 31 marzo 1998 n. 112 “ Conferimento funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli Enti Locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1977 n. 59”.
  • L.R. 8 agosto 2001 n. 26 “ Diritto allo studio ed all’apprendimento per tutta la vita. Abrogazione della L.R. 25 maggio 1999 n. 10”;
  • L.R. 30 giugno 2003 n. 12 “ Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro”.